"C(u)ore Business. Per una nuova storia d’amore tra persone e lavoro" - Lapis&Notes 11/2023

 cuore

Possiamo riumanizzare il lavoro e trovare motivi per rimetterci il cuore, possiamo addirittura amare quel che facciamo? Possiamo riscoprire la passione per il lavoro in un modo che valorizza il nostro io e non compromette, ma anzi amplifica il nostro benessere spirituale e fisico? 

L’autrice Riccarda Zezza cerca di dare risposta a queste domande nel suo nuovo libro,“Cu(o)re Business. Per una nuova storia d’amore tra persone e lavoro”,un’occasione per riflettere su come i diversi ruoli delle persone, nella vita personale e lavorativa, influenzino lo sviluppo delle carriere e i modelli di leadership nelle aziende. 

"Chiedi bene e ti sarà dato" - Lapis&Notes 1/2024

 chiedibene

Le domande che ti cambiano lo sguardo, la mente, la vita.

 

"Ecco cosa mi piacerebbe che tu imparassi leggendo questo libro: che puoi sempre vedere le cose in modo diverso se sai porti le domande giuste, perché le domande giuste hanno il potere di cambiarti la vita, e di cambiarla a tutti coloro che ti stanno intorno. Perciò, ricorda: chiedi bene e ti sarà dato".

Per iniziare con lo spirito giusto il nuovo anno, vi proponiamo nella rubrica Lapis&Notes di gennaio il nuovo audiolibro di Paolo Borzacchiello, uno dei massimi esperti di intelligenza linguistica: la realtà che ci circonda può essere definita e interpretata in modi diversi, in base alle domande che scegliamo di porci e delle parole che utilizziamo, modificando ciò che pensiamo e proviamo rispetto a quanto ci accade.

"Intelligenza artificiale. Arte e scienza nel business" - Lapis&Notes 2/2024

AI 

 

Il libro che proponiamo nella rubrica Lapis&Notes di febbraio, “Intelligenza artificiale. Arte e scienza nel business” (M. Di Dio Roccazzellae F. Pagano, 2023, edito da Il Sole 24 Ore) è rivolto non solo alle persone interessate alla tecnologia e all’innovazione ma anche ai CEO e agli imprenditori di tutte le aziende, pubbliche e private. Si concentra su casi concreti di intelligenza artificiale applicata al business, e sulla necessità di comprendere la portata di questa tecnologia che ci affascina e ci spaventa allo stesso tempo.

"Lezioni sulla felicità" - Lapis&Notes 10/2023

 lezioni felicità

Che cosa rende felice una vita? Che cosa ci consente di condurre un'esistenza appagante e significativa?

Il libro che proponiamo questo mese nella nostra rubrica contiene i risultati dell'Harvard Study in Adult Development, lo studio sulla vita umana più longevo mai condotto: avviato nel 1938, ha coinvoltofinora tre generazioni di partecipanti, quasi duemila persone, analizzando risultati di esami, misurazioni, cartelle cliniche, oltre a considerare altri elementi come le scelte di vita, gli ambienti di lavoro, gli hobby di soggetti diversi per genere, cultura e contesto socio-economico.

Dall'incrocio di questi dati è emerso che sono le relazioni umane, i rapporti con il partner, i familiari, gli amici e i colleghi ad assicurarci una vita buona e lunga. Sono i legami che sappiamo costruire giorno per giorno a garantire una salute soddisfacente e duratura. Le relazioni proteggono dalle difficoltà, aiutano a superare i momenti più bui, dando senso e prospettiva alle nostre giornate.

"Meglio curiosi che intelligenti" - Lapis&Notes 10/2022

curiosi

“Meglio curiosi che intelligenti”, A.Giannone, 2022

8 curiosi che hanno cambiato il mondo e come puoi farlo anche tu

L’intelligenza di per sé non ha nulla di speciale, fa parte della natura intrinseca degli esseri umani: il nostro cervello si è sviluppato perché potessimo adattarci, sopravvivere, comunicare con gli altri e svolgere tutta una serie di azioni per sopravvivere. Cos’è quindi che rende speciali scienziati, artisti e inventori?

"Nel nome delle donne" - Lapis&Notes 4/2024

donne 

 

Sette racconti: quando in azienda la presenza femminile si fa decisiva

"Se non era per lei...":quante volte le donne sono riuscite a essere “decisive” in azienda, con caratteristiche tutte proprie e in modo diverso dagli uomini, portando una visione che comprenda dimensioni dell’impegno lavorativo più profonde, meno concentrate esclusivamente sul produrre, sul servire, ma più dirette al senso di ciò che si fa. 

Il libro che proponiamo nella rubrica Lapis&Notes di questo mese, “Nel nome delle donne”, segue il precedente“L’impronta delle donne”, portando all’attenzione altre sette storie di imprenditrici, direttamente identificabili con le aziende in cui lavorano, che insegnano quanto possa essere fondamentale lasciar esprimere in un’azienda il potenziale femminile

"Se non accetti l'errore fai fallire l'innovazione"

Vavassori2

Con questa considerazione di Roberto Vavassori, Consigliere di Kilometro Rosso e Direttore Business Development di Brembo, si è aperta la terza edizione di "Gestire e misurare l'innovazione 2017", l'evento dedicato all'innovazione organizzato da Strategie&Innovazione lo scorso 4 ottobre.

Nel nostro lavoro, così come nella vita personale, possiamo compiere errori, anche involontari e casuali: l’importante è saperli riconoscere, accettare e considerarli come leve per andare avanti e migliorare.

"Think Again. The power of knowing what you don't know" - Lapis&Notes 3/2024

Think again 

 

Cambiare idea? Facile da dire ma non sempre da mettere in pratica!

Spesso è più semplice - e comodo - rimanere ancorati alle proprie idee piuttosto che mettersi in discussione e valutare le nuove evidenze e alternative che la vita ci propone. Ma così come decidiamo ogni anno di fare le grandi “pulizie di primavera” nelle nostre case e negli armadi, dovremmo avere il coraggio (e la flessibilità) di effettuare un refresh delle nostre menti!

Tramite consigli e conversazioni con CEO e scienziati, il libro che proponiamo nella rubrica Lapis&Notes di marzo, “Think again. The power of knowing what you don't know” (A. Grant, 2023) sottolinea l’importanza di un pensiero “fresco”, sempre in movimento, ponendosi nuove domande quando necessario e stimolando questo approccio anche nelle persone che ci circondano.

"Un grammo di felicità al giorno" - Lapis&Notes 12/2023

 grammo

Una piccola sfida ogni mattina. E forse così inizia una nuova vita. 

Il libro che proponiamo nella rubrica Lapis & Notes di dicembre, “Un grammo di felicità al giorno”, mostra come ci sia sempre una ragione per tutto ciò che accade, anche se a prima vista sembra negativo. Ed è proprio il modo di interpretare e reagire alle avversità e alle situazioni che la vita ci pone a far la differenza.

 

L'autrice racconta la storia di Fie che da qualche settimana segue un calendario dell'Avvento in cui a ogni casella corrispondono un consiglio, un obiettivo o una motivazione per fare qualcosa di diverso, rompere la monotonia e mettersi così in gioco. Seguendo le indicazioni contenute nei messaggi, Fie vede la sua vita cambiare pian piano, con gesti piccoli ma dal valore inestimabile.

“Nonostante tutto. La mia vita nella scienza” - Lapis&Notes 5/2024

scienza 

 

Una storia troppo straordinaria, per tutti gli ostacoli che ha dovuto affrontare e superare”, “…di grande ispirazione. Chiunque abbia mai dubitato che la scienza, l'innovazione e la perseveranza possano cambiare il mondo dovrebbe leggere questo libro”: così alcuni commenti sull’autobiografia della biochimica ungherese, premio Nobel 2023, a cui dobbiamo i vaccini mRNA contro il Covid.

Perché il titolo “Nonostante tutto”? Katalin Karikó, con la sua ricerca e scoperta, ha letteralmente salvato milioni di vite, nonostante fosse donna, nonostante fosse un’immigrata, nonostante per decenni nessuno avesse realmente creduto in lei e nei suoi studi.

Aggiungiamo due parole...

In questo periodo ognuno di noi formula i buoni propositi per il nuovo anno: obiettivi personali e professionali da raggiungere, contatti da mantenere o da sviluppare, attività sempre rimandate per le quali è giunto il momento di essere messe in pratica. Alla base dei buoni propositi ci sono alcune parole chiave che stimolano all'azione: le nostre di quest'anno sono  flessibilità  e integrità, in risposta a un contesto sempre più dinamico e diversificato dal punto di vista degli attori, dei prodotti e dei processi di riferimento.

Flessibilità intesa come capacità di reinventarsi e di trovare la soluzione più adatta in ogni occasione, oltre che come intercambiabilità: ciò vale sia nella gestione dei progetti interni sia nei confronti dei nostri clienti che ci chiedono sempre più progetti mirati e studiati sulla base delle loro esigenze e dei loro tempi organizzativi.

Integrità perché essere flessibili non significa adattarsi semplicemente alle richieste del cliente: si tratta di cambiare e "modellarsi", mantenendo sempre i valori di riferimento che ci guidano da oltre 20 anni.

PosterSI linkedin

 

Sei pronto ad affrontare le sfide di quest'anno?

 

Guarda al 2019 con fiducia e apri la mente alla scoperta di nuove idee, esperienze e strumenti: Strategic Roadmapping, Market & Competitive Intelligence, War Game, Modello dei 7 criteri, Innovation Assessment e Technology Monitoring sono solo alcune delle risorse a tua disposizione per dare concretezza ai tuoi buoni propositi e per fare la differenza.

Anche quest'anno faremo del nostro meglio per aiutarti nel tuo lavoro offrendoti spunti di riflessione e momenti di confronto, con la speranza di condividere suggerimenti e stimoli per la crescita reciproca.

Ti auguriamo 365 nuove opportunità da cogliere nel 2019. Buon Anno!

 

Milena Motta, Silvia Fossati, Virna Motta e tutto il team di Strategie&Innovazione

 

 

Al via i gruppi di lavoro 2017-2018

 

Nuovaimmagine Innovazione 022018

I risultati della ricerca 2016-2017, presentati nella giornata Gestire e Misurare l'innovazione dello scorso 4 ottobre, hanno evidenziato che per le aziende questo è il momento della riflessione: tante informazioni, tanti modelli, tante idee e poco tempo a disposizione chiamano all’efficienza e alla sistematizzazione delle attività legate all’innovazione.

Per supportare le aziende nella riflessione, Strategie&Innovazione ha organizzato alcuni gruppi di lavoro itineranti per ragionare sull’intero processo d'innovazione. Il progetto prevede lo svolgimento di 5 incontri durante la stagione 2017-2018; ogni incontro approfondisce un pilastro del modello di innovazione.

Lo scorso 29 novembre si è svolto il primo incontro presso Saes Getters, società italiana costituita nel 1940. È capogruppo del gruppo industriale SAES, che produce componenti e sistemi realizzati con materiali avanzati brevettati dalla stessa società e utilizzati in applicazioni industriali e medicali.

Alcuni consigli in prestito da "Human to Human" per la MCI

 

open innovation

Leggendo Human to Human: H2H di Bryan Kramer, ci siamo resi conto che alcuni consigli che l'autore fornisce per migliorare la comunicazione sui social network (The Four Rules of Social Context) in realtà possono essere applicati anche alla vita di tutti i giorni e, perchè no, anche adattati in parte all'attività di Market & Competitive Intelligence (MCI). L'autore parte dal presupposto che l'utilizzo dei social network a volte porta a privilegiare la velocità e l'immediatezza del messaggio a scapito del contenuto e a focalizzarsi più sul singolo messaggio che non sul contesto.

Ancora una cosa da fare prima di chiudere il 2014…

Siamo a dicembre. Finito il mese..finito l’anno.

Tempo di Prosecco e Panettone, ma tempo anche di Bilanci e di Budget. Come è andato quest’anno? Come si prospetta il prossimo? La mente non ha un attimo di tregua!

In questa frenesia può risultare utile un momento di riflessione per esplorare il 2014 e a pianificare il 2015.Christmas-Ribbon-Tree

Prendetevi il tempo necessario, una tazza di caffè o una buona tisana, chiudete la porta dell’ufficio, staccate il telefono, mettetevi comodi e rispondete in modo sincero e realistico alle seguenti domande.

  • Qual è stata l’iniziativa di maggior successo nel 2014?
  • Quale la più deludente?
  • Pensi di aver massimizzato le opportunità quest’anno? Se no, perchè?
  • Qual era l’obiettivo primario da raggiungere nel 2014? Quale sarà quello del 2015?
  • Quale sarebbe il contesto in cui vorresti lavorare nel 2015? Quali sono i passi per poter arrivare ad avere tale contesto?
  • Quali strumenti ti aiuterebbero a rendere meglio nel tuo lavoro (es: corsi e seminari, letture, coaching)?
  • Quali iniziative si possono intraprendere per aiutare i collaboratori?
  • Quali sono le tre azioni che si possono compiere adesso, per poter iniziare il nuovo anno con il piede giusto?

E con queste riflessioni e questo video…vi auguriamo buone feste!

https://www.youtube.com/watch?v=NWF2JBb1bvM

Appuntamento di aprile con la rubrica Lapis&Notes

Inkedun block notes per prendere appunti o fare schizzi LI

Il coraggio dell'imperfezione

Capita a tutti di non sentirsi all'altezza delle situazioni, provando un senso di inadeguatezza se ci muoviamo al di fuori della nostra comfort zone.

Il timore di non essere "abbastanza bravi" quando è passeggero ci sprona a superare i nostri piccoli limiti ma cosa succede se questa ricerca della perfezione condiziona i nostri comportamenti e, soprattutto, le nostre aspirazioni?

Appuntamento estivo con la rubrica "Lapis&Notes" - 7-8/2022

Mateturisti

“In viaggio con i numeri. Dieci passeggiate per mateturisti curiosi”, Silvia Benvenuti, 2022

Un libro divertente da leggere camminando per il centro storico di una delle più belle città d'arte, o anche in poltrona, per tornare a giocare con i numeri e riflettere sulla ricchezza della nostra storia culturale.

APPUNTAMENTO MENSILE CON LAPIS & NOTES

 

Economia della Consapevolezza – Coscienza, interdipendenza, sostenibilità

Nelle pagine di “Economia della Consapevolezza – Coscienza, interdipendenza, sostenibilità”, troviamo una sintesi di tutti i principi che sono alla base di un modo originale di intendere l’imprenditorialità.

L’autore è il Conte Niccolò Branca, l’imprenditore del Fernet, che ci propone un nuovo modo di fare impresa da lui stesso sperimentato e applicato per anni in azienda, nel quale abbina la spiritualità della sua vita e della meditazione allo studio della mente e all’etica.

Un approccio che per una volta non guarda alle teorie manageriali di tendenza ma arriva spedito al punto: per costruire una cultura aziendale compatta serve innanzitutto conoscere sé stessi, così da poter organizzare, dirigere e gestire il lavoro degli altri con una modalità rispettosa delle persone e dell’ambiente, per generare un equo profitto. Così nasce l’Economia della Consapevolezza.